News e rassegna stampa

acm55

Rossonero
Joined
Jun 14, 2010
Messages
13,890
Reaction score
0
Location
Milano
Quanti Mister X per questo Milan, giocatori definiti tali, depistaggi e profili poi rivelatisi veritieri solo in parte, ad oggi sono in tanti ad aver vestito i panni dell'uomo misterioso. L'ultimo volto tutt'altro che sconosciuto è quello di Flavio Briatore. L'ex manager di F1 è spesso ospite a San Siro, nei match casalinghi del Milan e stando a quanto riferito da più fonti, si è fatto accompagnatore del presidente milanista Silvio Berlusconi, in alcuni incontri d'affari riguardanti anche la società. Che sia lui l'ultimo Mister X nei pensieri della dirigenza rossonera? O forse più semplicemente, un affarista amico dei massimi vertici del Diavolo.
 

acm55

Rossonero
Joined
Jun 14, 2010
Messages
13,890
Reaction score
0
Location
Milano
"Domani affrontiamo una squadra che sta facendo dei risultati oltre a giocare discretamente bene. Ha una buona squadra con buoni giocatori a livello singolo. Domani sarà una partita difficile come contro il Chievo, ma dobbiamo continuare a vincere per fare punti e risalire questa classifica. Abbiamo avuto un po’ di giorni per recuperare, con giocatori come Boateng, Robinho e Ambrosini che stanno ritrovando la condizione. La squadra mi sembra che stia molto bene fisicamente, finiamo le partite in crescendo, quindi domani dobbiamo essere pronti a fare una gara con testa, ma con grande intensità. Bisogna avere molto rispetto per la Fiorentina perché in fase difensiva ha giocatori molto aggressivi, con esterni veloci che hanno anche un buon piede. Non dobbiamo farci prendere dalla frenesia e giocare da squadra che sa quello che vuole. Io sono arrivato al Milan due anni fa e più che arrivare una volta primo e una volta secondo non potevo fare, abbiamo vinto una Supercoppa, avevo una grande squadra a disposizione. Quest’anno con tutti i cambiamenti che ci sono stati era impensabile essere in testa nei primi due mesi. Ho iniziato questa stagione con entusiasmo. Quest’anno la squadra sta crescendo, possiamo fare una grande annata con gli obiettivi tutti aperti. Credo che questa squadra abbia delle ottime qualità e che i ragazzi più giovani debbano crescere. Martedì siamo stati l’unica squadra europea ad avere in campo quattro ragazzi tra il ‘90 e il ‘92. L’ambizione della squadra, della società e mia è di riagganciarci alle posizioni che si addicono al Milan."

"De Sciglio, Constant e Bonera giocheranno, credo che giocherà Mexes, Montolivo giocherà, ho il dubbio Ambrosini-De Jong, anche se Nocerino ha fatto molto bene a Palermo; davanti ho il dubbio Pato-Pazzini, con Pato in vantaggio. El Shaarawy devo valutarlo perché ha ancora un dolorino al ginocchio. Boateng è in crescita ed è probabile che domani parta titolare. Bojan ha giocato tre partite importanti una dopo l’altra, sempre con grande intensità. Non possiamo permetterci di giocare sottoritmo, quindi anche chi entra a gara in corso deve tenere alto il ritmo della gara. Nocerino, cambiando sistema di gioco ritorna un pochino alle origini, tornando nella coppia mediana davanti alla difesa e lo sta facendo bene, sono contento. Ho dovuto cambiare sistema di gioco e di conseguenza sono cambiati i giocatori davanti ed all’inizio le cose non funzionavano bene. Il calcio a volte inganna. A Malaga abbiamo fatto una buona partita con il 3-4-3 e con un altro risultato magari si sarebbe parlato di una grande trovata. In questo momento la squadra ha un suo equilibrio. Dobbiamo fare risultati e risalire la classifica. Quello che abbiamo passato negli ultimi due mesi deve servirci a tenere alta la tensione."

"Credo che la Fiorentina quando è partita per il ritiro aveva a disposizione questa rosa. Noi quando siamo partiti non avevamo la stessa rosa che abbiamo ora. Sono andati via dei giocatori e sono arrivati giocatori con caratteristiche completamente diverse, ma faccio i complimenti a questi ragazzi, perché pur giocando ogni tre giorni sono in crescita e possiamo fare una grande annata e di questo sono convinto. Noi dobbiamo essere concentrati su quello che dobbiamo fare e sono convinto che la squadra si riprenderà in classifica. Credo che la crescita di Pato, sia dal punto di vista fisico che tecnico si veda. Più gioca, più fa gol, più trova autostima in se stesso. In questo momento bisogna parlare poco, pensare a lavorare e cercare di fare dei risultati. Dobbiamo migliorare e in questo momento qui bisogna porsi degli obiettivi più piccoli. In questo momento dobbiamo pensare al quarto quinto e sesto posto, poi una volta arrivati li potremo porci degli altri obiettivi. Il Milan sta facendo delle buone partite, sta giocando bene nel mio primo biennio al Milan e credo stia crescendo e migliorando, poi tutto è collegato ai risultati che fanno cambiare giustamente le opinioni. Domani cercheremo di preparare al meglio tutte le situazioni. Domani dovremo fare ancora più attenzione sui calci da fermo. Montolivo è cresciuto molto anche sul piano della personalità. Quando in una squadra giocano bene quelli che sanno giocare a calcio è più facile che la squadra giochi bene."

www.acmilan.com
 

acm55

Rossonero
Joined
Jun 14, 2010
Messages
13,890
Reaction score
0
Location
Milano
Mister Massimiliano Allegri ha ripetuto più volte che attualmente la rosa del Milan è troppo ampia e nel mese di gennaio ci saranno delle partenze per ridurre il numero di giocatori a sua disposizione. In questo momento, il tecnico rossonero può contare su ben 33 elementi, troppi anche se ci sono tanti impegni: 4 portieri, 10 difensori, 13 centrocampisti e 6 attaccanti. Nella prossima finestra di mercato, che inizierà il 3 gennaio, Adriano Galliani e la società milanista proveranno a vendere alcuni calciatori (qualcuno in prestito, altri a titolo definitivo) per consegnare così ad Allegri una rosa di circa 26 giocatori.

PORTIERI: Amelia e Abbiati non partiranno sicuramente, mentre Gabriel, che sta dimostrando di avere buone qualità negli allenamenti a Milanello, dovrebbe essere ceduto in prestito per poter giocare con continuità. In questo caso, il ruolo da terzo portiere potrebbe essere ricoperto da Fernando Coppola, tornato al calcio giocato dopo la squalifica legata al caso calcio-scommesse.

DIFENSORI: in questo momento, sono 10 i difensori a disposizione di Allegri, ai quali va aggiunto anche Kevin Constant, ormai schierato con continuità nel ruolo di terzino sinistro. In questo reparto non ci dovrebbero essere grandi cambiamenti, se non le cessioni di Mesbah e Didac Vilà, che non rientrano nei piani di allegri. I due giocatori hanno diverse richieste: sul terzino algerino, c’è ancora il Palermo, mentre per lo spagnolo ci sono stati sondaggi da parte di Espanyol e Valencia.

CENTROCAMPISTI: è il reparto più numeroso e quindi quello in cui ci saranno più partenze. Valoti e Carmona verranno mandati in prestito per farsi le ossa, anche se il primo potrebbe rimanere e continuare a scendere in campo con la Primavera di Aldo Dolcetti. Traorè, invece, non ha convinto lo staff tecnico in questa prima parte di stagione e per lui potrebbe esserci un ritorno in Francia, magari ancora al Nancy. Discorso simile va fatto per Flamini: il francese non è ha giocato molto fino a questo momento e potrebbe quindi decidere di lasciare il Milan già a gennaio (il suo contratto scade a giugno 2013). Sul centrocampista ex Arsenal c’è l’interesse di Lazio e soprattutto Napoli, visto che piace molto al tecnico azzurro Mazzari, ma il giocatore ha alcuni estimatori anche all’estero, in particolare in Inghilterra. In questo reparto, a causa dell’infortunio di Nigel de Jong, potrebbe anche esserci un nuovo arrivo e il nome che viene fatto con maggiore insistenza è quello di Kevin Strootman del Psv, definito da molti come il “nuovo Van Bommel”.

ATTACCANTI: attualmente sono 6 gli attaccanti in rosa, ma Allegri per la seconda parte di stagione ne avrà a disposizione 5. Bojan, El Shaarawy, Niang e Pazzini sono sicuri di rimanere, mentre Robinho e Pato sono vicini al trasferimento a Santos e Corinthians: i due giocatori hanno chiesto di essere ceduti in Brasile e Galliani sta cercando in questi giorni di accontentarli. Se partiranno entrambi, allora il Milan tornerà sul mercato per acquistare il quinto attaccante della rosa di Allegri. I nomi che si fanno in questi giorni sono molti: in particolare, vengono accostati alla squadra rossonera Balotelli e Drogba.
 

acm55

Rossonero
Joined
Jun 14, 2010
Messages
13,890
Reaction score
0
Location
Milano
Dopo la conferma di Allegri inizia a prendere forma il nuovo Milan. Si riparte dal modulo, dal modo in cui giocherà la squadra rossonera. Non più 4-3-3, schieramento tanto amato dal Conte Max, ma 4-3-1-2 per poter giocare con il trequartista e le due punte, proprio come piace al presidente Berlusconi. La decisione di cambiare modulo è nata anche dopo l'acquisto di Riccardo Saponara, che nell'Empoli ha fatto molto bene in questo ruolo e che il Milan vede un po' come il nuovo Kakà. A proposito del 'bimbo d'oro', anche in questo casa Adriano Galliani è stato chiaro: "il brasiliano non arriverà perché ha 31 anni e guadagna 10 milioni di euro all'anno". E allora piace Alessandro Diamanti, anche se per questo ruolo, in casa del 'diavolo', oltre a Saponara c'è già Kevin Prince Boateng. Parlando della mediana l'obiettivo numero uno è Andrea Poli, che dalla Sampdoria potrebbe trasferirsi in quel di Milano per giocarsi le sue carte in un grande club. Da Genova sono arrivate anche le dichiarazioni del ds Calo Osti che ha confermato l'interesse da parte del Milan per Poli sottolineando però che manca ancora l'affondo definitivo: “Dobbiamo ancora sederci attorno a un tavolo, l'ultimo incontro con i rossoneri risale a due mesi fa. Lui comunque è pronto al grande salto'', ha quindi ammesso il dirigente blucerchiato. La società milanese proverà a prendere il centrocampista con sei milioni di euro più una contropartita tecnica che potrebbe essere Salamon. Per l'attacco, oltre a Cerci, piace molto Belfodil del Parma. Anche in questo caso sono arrivate però delle dichiarazioni di Galliani che ha sottolineato come Pazzini non verrà sostituito da giocatori che staranno a Milanello uno o due mesi e che il suo sostituito sarà il giovane Petagna.
 

VultureSheva

Legendary Scout
Joined
May 27, 2014
Messages
29,315
Reaction score
2,700
Dopo la conferma di Allegri inizia a prendere forma il nuovo Milan. Si riparte dal modulo, dal modo in cui giocher?* la squadra rossonera. Non più 4-3-3, schieramento tanto amato dal Conte Max, ma 4-3-1-2 per poter giocare con il trequartista e le due punte, proprio come piace al presidente Berlusconi. La decisione di cambiare modulo è nata anche dopo l'acquisto di Riccardo Saponara, che nell'Empoli ha fatto molto bene in questo ruolo e che il Milan vede un po' come il nuovo Kak?*. A proposito del 'bimbo d'oro', anche in questo casa Adriano Galliani è stato chiaro: "il brasiliano non arriver?* perché ha 31 anni e guadagna 10 milioni di euro all'anno". E allora piace Alessandro Diamanti, anche se per questo ruolo, in casa del 'diavolo', oltre a Saponara c'è gi?* Kevin Prince Boateng. Parlando della mediana l'obiettivo numero uno è Andrea Poli, che dalla Sampdoria potrebbe trasferirsi in quel di Milano per giocarsi le sue carte in un grande club. Da Genova sono arrivate anche le dichiarazioni del ds Calo Osti che ha confermato l'interesse da parte del Milan per Poli sottolineando però che manca ancora l'affondo definitivo: “Dobbiamo ancora sederci attorno a un tavolo, l'ultimo incontro con i rossoneri risale a due mesi fa. Lui comunque è pronto al grande salto'', ha quindi ammesso il dirigente blucerchiato. La societ?* milanese prover?* a prendere il centrocampista con sei milioni di euro più una contropartita tecnica che potrebbe essere Salamon. Per l'attacco, oltre a Cerci, piace molto Belfodil del Parma. Anche in questo caso sono arrivate però delle dichiarazioni di Galliani che ha sottolineato come Pazzini non verr?* sostituito da giocatori che staranno a Milanello uno o due mesi e che il suo sostituito sar?* il giovane Petagna.

hmm. allegri..
 
Last edited:

Fusiproe12

Milan Legend
Joined
Jan 29, 2015
Messages
5,354
Reaction score
0
Location
Belpaese
Le 2 punte sono il diktat del presidente... Cribbio! Rompeva i coglioni ad Ancelotti per questo anche quando vinceva, lui lo fregava dicendo che Kaka' faceva l'attaccante. Che rompicoglioni sto Silvietto, pero' il 4312 e' un bel modulo, meno complicato del 4231 e altri.
 

General

Official RnB Mercato Stress Counselor
Joined
Dec 3, 2013
Messages
36,742
Reaction score
15,466
Fav. Players
People who Try Harder, semantics aficionado
Italian boost posti
 
Top